TEMPO 1_page-0001

Perche’ gli imprenditori non hanno tempo per la loro azienda ??

Bhe !! Sembrera’ una frase fatta ma io mi pongo il quesito .

Innanzitutto partiamo dal fatto che chi mette su un’azienda non lo fa’ per hobby ma per lucro (sarebbe folle il contrario).

Tendenzialmente la giornata di un boss o un imprenditore non inizia mai o mai finisce, questa e’ la verita’.

Molte volte non viene apprezzato per cio’ che fa’ , anzi e’ sempre l’orco cattivo che espropria la liberta’ degli altri .

Ascoltando i nostri clienti riusciamo a capire quasi sempre chi troviamo di fronte , e ci rendiamo conto che il loro tempo e’ denaro.

Devono affrontare mille situazioni ogni giorno che vanno dalla sciocchezza quando il caffe’ e’ finito fino a quando chiama il commercialista e chiede un’incontro di 3 grado psico-religioso.

Vengono chiamati tutti i giorni da operatori Oompa Loompa che massacrono il loro ego e molte volte lo perdono come si perdono le chiavi dopo una sbronza.

Assorbono i problemi dei loro collaboratori come pannolini pampers ma non possono permettersi di lanciare grida di dolore se gli arriva una cartella di equitalia.

Dedicano le loro 48 ore giornaliere ai loro clienti ma non hanno un attimo nemmeno per il barbiere.

A volte possono essere lunatici ,onnivori , devastanti , potenzialmente pericolosi ma infinitamente sognatori .

Ecco perche’ non hanno tempo per la loro azienda (stavo sviando il discorso)….Loro il tempo non lo guardano mai….!!

Di tutto quello ho detto ora cancellate tutto . Se mi vede il mio capo mi licenzia……

0001-min_optimized

Il potere delle immagini oggi..

Ad oggi il modo di pensare e’ cambiato profondamente !

Nel tempo si e’ passati dalla sostanziale importanza dei valori piu’ universali all’effimera prevalenza narcisistica.

Tutto e’ legato all’apparenza di cio’ che sembra bello ma in realta’ siamo di fronte ad un vero sistema psico-cognitivo che induce un singolo individuo ad immedesimarsi in quella immagine ricca (si fa’ per dire ) di significato prettamente commerciale.

Il concept image e’ ormai diventato il live motive ,una filosofia dell’immagine che nell’ambito business rappresenta il concetto , l’idea …l’identita’.

Noi di Naycom agency abbiamo introdotto da qualche anno la linea del concept image che rappresenta’ in questo momento un trend alquanto inarrestabile.

Siamo a disposizione per condividere con voi una strategia di brand identity basata sul concept image.

Visita il nostro sito : www.naycomagency.it

foto i colori cosa esprimono

Cosa esprimono i colori?

I colori, nella vita, assumono sempre dei significati molto importanti, sia dal punto di vista psicologico che da quello comunicativo. Non è infatti un caso che, spesso, i nostri vissuti affettivi si tingano di colore quando cerchiamo di esprimere le nostre tonalità emotive. Quante volte avete sentito espressioni come “verde di invidia”, “la mia vita è grigia”, “oggi sto nero”, etc? Ma vediamo più nel dettaglio i significati dei vari colori e, in particolare, come vengono utilizzati nel mondo della comunicazione e come influenzano le persone.

Rosso: è il colore della passione e dell’amore per eccellenza, ma può anche simboleggiare il fuoco e il sangue. Si tratta sicuramente di un colore molto stimolante, spesso utilizzato nei siti che si occupano di cibo e alimentazione.

Rosa: il rosa viene utilizzato con frequenza nei siti che si rivolgono al mondo delle donne. Non a caso, infatti, è un colore che evoca femminilità, delicatezza e armonia.

Giallo: icona della luce e del sole, della felicità in senso lato, il giallo può simboleggiare anche tradimento e gelosia. Sul web viene spesso contornato con colori più forti e serve anche per attirare l’attenzione.

Arancione: una tra le tonalità più in voga per i siti web. Colore vibrante e accogliente, l’arancio trasmette curiosità e calore. Molto utilizzato nei siti che fanno l’e-commerce.

Verde: è vita, fertilità, pace, ma anche invidia e gelosia. Si ricorre molto spesso al colore verde nei siti che trattano argomenti relativi al benessere, alla natura e all’ambiente.

Blu: è una tonalità che trasmette credibilità e sicurezza, non a caso viene utilizzato spesso nei social, in politica e nei siti delle istituzioni. Calma, armonia, fiducia, ma anche tristezza e depressione.

Viola: colore che si ottiene mischiando il blu col rosso, il viola richiama il mistero e la spiritualità. Nella comunicazione digitale vi si ricorre con frequenza per promuovere prodotti rivoluzionari o poco convenzionali.

Marrone: il marrone richiama sensazioni di tranquillità, semplicità e comfort. Non a caso, viene spesso utilizzato sul web per siti che si occupano di questioni legali o da chi si occupa di edilizia.

Grigio: simbolo di intelligenza e solidità, il grigio è un colore freddo ma attivo in grado di comunicare calma e distacco formale. Vi si ricorre spesso in quei siti che si occupano di prodotti tecnologici e informatici.

Bianco: è il colore della purezza, della semplicità, della pace. Per la sua capacità di evocare calma e chiarezza, viene utilizzato con grande frequenza nei siti web che si occupano di ricezione turistica.

Nero: spesso associato a sentimenti quali tristezza, rabbia e infelicità, il nero è però anche in grado di evocare forza, mistero ed eleganza. È infatti uno dei colori più utilizzati nei siti che trattano di moda e fashion.

foto linguaggio del corpo

Linguaggio del corpo. Come interpretarlo?

Il linguaggio del corpo rappresenta una parte molto importante della comunicazione e, in particolare, della comunicazione non verbale. È un qualcosa che accomuna tutti noi e che rafforza, spesso modificandolo, il messaggio trasmesso verbalmente. Ogni giorno, sia in ambito lavorativo che in quello privato, il linguaggio del corpo entra con prepotenza nelle nostre vite e saperlo interpretare nella maniera giusta può sicuramente aiutarci a vivere le relazioni umane in maniera più serena. Certo, non stiamo parlando di una scienza esatta..tuttavia esistono alcuni segnali che possono essere associati a un significato ben preciso. Eccone alcuni:

Occhi: guardare a destra, ad esempio, è sinonimo di creatività. Se guardiamo a sinistra, invece, è molto probabile che siamo impegnati nella ricerca di un ricordo. Alzate gli occhi al cielo? Siete rassegnati o frustrati. Il contatto visivo diretto indica spesso onestà, ma non sempre. E l’occhiolino? Complicità, naturalmente..

Bocca:  innanzitutto diffidate di chi sorride solo con la bocca, probabilmente è poco sincero. Il sorriso a denti stretti significa rifiuto o antipatia, quello asimmetrico invece è indice di sarcasmo. Vi mordete le labbra? Si intuirà che siete piuttosto nervosi, così come se vi mangiate le unghie. Se masticate una penna o una matita siete alla ricerca di auto-rassicurazione.

Testa: annuire con la testa significa che siamo d’accordo con il nostro interlocutore, scuoterla, al contrario, è sintomo di disaccordo. Chinare il capo sul petto indica vergogna o sconfitta. Il vostro interlocutore solleva spesso la testa? È molto probabile che abbiate a che fare con una persona superba e arrogante, ma in taluni casi può essere sintomo di coraggio.

Braccia: serrare le braccia è un chiaro segno di difesa, aprirle è invece segno di sicurezza e apertura verso il prossimo. Cingere un braccio con l’altro, gesto che spesso fanno le donne, indica autoprotezione o nervosismo. Al contrario, portare le braccia dietro la schiena con le mani giunte, tipico invece degli uomini, è sintomo di autorità e sicurezza di sè.

Mani: il linguaggio del corpo che coinvolge le mani è davvero ampio, basti pensare a quando facciamo “ok” con il pollice in su o a quando salutiamo qualcuno. Mettere la mano sul cuore indica sincerità, puntare il dito è un chiaro segno di minaccia. Quando strofiniamo le mani insieme stiamo pregustando una vittoria o un risultato positivo, se ci grattiamo il naso con le mani mentre parliamo è molto probabile che stiamo mentendo. Le mani in tasca? Sono spesso simbolo di noia e disinteresse.

Gambe e piedi: bisogna tenere presente che sulla posizione di gambe e piedi incidono il genere, l’educazione e anche l’età. Tuttavia, vi sono determinati atteggiamenti che possiamo decifrare abbastanza facilmente. Le gambe incrociate da seduto, ad esempio, indicano riservatezza e prudenza, quelle aperte invece disponibilità e predisposizione verso il prossimo. Puntare le ginocchia verso qualcuno con le gambe incrociate indica un certo interesse verso quella persona. Stringete le ginocchia con le mani? Probabilmente vi sentite a disagio.